I pennelli per la Nail Art

Questo articolo che troverete di seguito è uno stralcio di un articolo pubblicato sulla rivista di settore NAIL EXPERT pochi mesi fa, è un focus sui pennelli, il loro corretto utilizzo,la pulizia finale e sono sicura vi sarà di grande aiuto nell’ acquisto e nella corretta manutenzione dei vari pennelli.

I pennelli della Nail art sono uno strumento di grande aiuto e restano attrezzi immancabili nell’ astuccio di ogni Onicotecnica, questi, per poter essere validi alleati nel nostro lavoro e soprattutto per far si che vi risultino durevoli nel tempo devono essere :

  • di qualità
  • avere alcune caratteristiche indispensabili a seconda del decoro e del prodotto che si utilizza
  • avere un tappo che li protegga da polveri e impurità

Perché?

  • Per  realizzare una Nail art specifica.
  • Per far si che il decoro sia veloce e di facile realizzazione.
  • Per far si che sia anche bello e pulito nelle definizione,

Se poi sono anche belli da vedere… tanto di guadagnato, no?

PENNELLI CN

 

 

Le Nail art possono essere effettuate con tantissimi prodotti diversi tra loro: Smalto Semipermanente, Acrilico, Gel e Pittura, per ognuno di questi prodotti abbiamo dei pennelli specifici che non useremo mai per tecniche diverse tra di loro.

Per esempio nel caso della Pittura, che sia acrilica o a base di acqua, i pennelli devono avere una caratteristica fondamentale: il serbatoio capace di trattenere l’ acqua che permette alla pittura di diluire, avere una texture del prodotto più morbida e quindi più confortevole  da lavorare a seconda del soggetto o tecnica da utilizzare e rendere perfetti i decori che abbiamo intenzione di fare.

Altra caratteristica fondamentale è la punta che permette di realizzare contorni e linee sottili proprio grazie alle poche setole rimaste all’ estremità del pennello e alla forma piramidale dello stesso, è bene quindi fare molta attenzione quando di tagliamo le setole di un pennello, perché se non siamo delle brave “parrucchiere” per questi pennelli rischiamo di rovinarli e di fare fatica nella realizzazione del decoro. Un pò come quando il parrucchiere ci sbaglia il taglio e non riusciamo più a raccapezzarci..

 

Le setole di questi pennelli devono essere ovviamente di buona qualità, sia se li scegliamo in setola sintetica, sia che siano in setola naturale, la setola naturale è morbida , mentre la sintetica è sicuramente poi rigida e anche questo è da valutare nella fase di acquisto, a cosa mi servirà questo pennello??? per quale prodotto lo userò?

Mi raccomando, non scegliete mai il pennello solo perché costa poco o perché magari è carino e coccoloso, o frullulloso.. come direbbe una mia vecchia conoscenza…

Anche le lunghezza e la grandezza del pennello incide sulla Nail art, è bene scegliere il pennello, come ho detto prima, pensando a cosa effettivamente dovrò fare, altra cosa fondamentale nella scelta è l’ impugnatura dei pennelli, essi devono essere confortevoli, leggeri, pratici e veloci nell’ utilizzo, quindi pensiamo… piuttosto pensiamo alla bellezza del decoro sulle unghie della nostra cliente che le sfoggerà per le tre settimane successive facendoci da PR!

Per quanto riguarda invece le decorazioni in Acrilico, (intendo polvere e liquido)di solito si sceglie un pennello a lingua di gatto, dalle tantissime setole,non molto lungo, cosi da permettere una buona pressione in modo da avere decori tridimensionali ma che non abbiamo uno spessore eccessivo altrimenti questo potrebbe risultare scomodi per la cliente, e il decoro non avrebbe lo stile desiderato,le setole devono essere obbligatoriamente naturali, meglio ancora se Kolinsky,

Anche in questo caso abbiamo bisogno che il pennello abbia una pancia (il solito serbatoio) per permettere al pennello di assorbire il monomero e aiutarci nel mix-ratio.

Per la nail art in Gel o in Smalto Semipermantente non è importante il serbatoio, perché in questi casi lavoriamo con un unico prodotto che nn dobbiamo miscelare ne con l acqua nel con il monomero, è un prodotto già pronto e quindi via libera alla decorazione, si passa da pennelli a lingua di gatto per le sagome grosse,ombreggiature e le sfumature, fino ai pennelli dalla forma più sottile o quasi monopelo per le decorazioni piccole e leggermente in rilievo o addirittura tridimensionali,pennelli in setola naturali o sintetica.. in questo caso potete sbizzarrirvi!

Per la decorazione con lo Smalto Semipermanente quindi si possono utilizzare qualsiasi pennelli per la nail art in gel,ma per essere sicure di di non alterare la caratteristica fondamentale del Semipermanente, cioè la sua solubilità si consiglia di avere dei pennelli dedicati solo a questa tecnica che non toccano altri materiali.

Per questo motivo non possiamo utilizzare un unico pennello per la stessa tecnica, sarà bene dedicare per ogni tecnica e soprattutto prodotto, dei pennelli a loro dedicati, di sicuro nel nostro astuccio dovremmo avere:

  • I pennelli per il Semipermanente
  • Ipennelli per il Gel
  • Ipennelli per l’ Acrilico
  • I pennelli per la Pittura

TRATTAMENTO E PULIZIA DEI PENELLI

Durante i miei corsi in giro per l’ Italia, una delle domande più frequenti è: come posso pulire i miei pennelli?

La risposta è molto semplice, per la pulizia dei pennelli è assolutamente vietato l’ Alcool, il Cleanser,l’ Acetone, i Solventi e\o qualsiasi sostanza che tende a disidratare le setole, bisogna ricordarsi che le setole di qualunque pennello devono restare idratate, le setole devono restare unite fino all’ utilizzo successivo e devono soprattutto durare a lungo, utilizzando pulitori aggressivi sicuramente vedremo delle setole pulite e immacolate ma dopo pochissimo tempo dovremmo far fare al nostro pennello un salto nella spazzatura, perché purtroppo diventerà ingestibile e non sarà più un valido alleato per le nostre decorazione.

Quindi? come si fa? dipende.. dipende dalla funzione del tuo pennello e quindi  a quale prodotto lo hai dedicato..

Per la pittura acrilica e la pittura ad acqua è bene utilizzare un brush cleaner a base di olio che oltre eliminare residi di pittura (ancora fresca) dalle setole, rende le setole morbide e nutrite fino all’ utilizzo successivo, se dopo questa fase riusciamo anche a massaggiare le setole su una saponetta dura prima di riporlo nell astuccio sarebbe in massimo, il sapone una volta indurito sulla setola la tiene chiusa fino al lavoro successivo e i pennelli vi risulteranno sempre come appena acquistati !

Per i pennelli da Gel, decoro o struttura che sia, possono essere puliti con il gel trasparente, abbastanza fluido cosi da poter penetrare tra le fitte setole di questi pennelli e spingere fuori il prodotto o il colore che volete eliminare, oppure potete anche in questo caso utilizzare il Brush Cleaner ,e al posto del sapone, inumidirli un pò in un Gel trasparente prima di richiuderli e riporli mel vostro amato astuccio.

Ultimi MA NON MENO  importanti ii pennelli che utilizziamo per l’ Acrilico, questi li puliamo solo ed esclusivamente con il monomero e vanno sempre risposti con le setole verso il basso, cosi da evitare che il monomero presente tra le setole faccia arrugginire la griglia del pennello in metallo e rilasci poi del liquido giallastro, molto fastidioso da eliminare.

Ricordiamoci sempre che i pennelli da Gel e da Semipermanente non devono assolutamente stare a contatto con i raggi uv (ricordiamoci anche del sole e dei suoi raggi)o led per non far indurire le setole.. se succede.. nulla vi farà ritornare in vita in vostro pennello!

 

Spero che questo articolo via sia piaciuto e soprattutto che vi possa essere utile nel vostro lavoro

.FATEMELO SAPERE SCRIVENDO DI SEGUITO UN COMMENTO.

A presto.

La vostra Ale.

grazie mille per il tuo comento!